Trattamenti di patologie con la Cannabis Medica

Cannabis Medica in oncologia - Sito - Cannabiscienza

Cannabis Medica in oncologia: l'importanza delle cure palliative

I pazienti affetti da problematiche oncologiche sono spesso sottoposti a terapie prolungate, con effetti indesiderati in alcuni casi anche molto gravi.

Cannabis e cannabinoidi emergono come un sostegno significativo nei vari protocolli di trattamento chemioterapico e radioterapico, dimostrando benefici consolidati nel controllo delle complicazioni più comuni e nella gestione dei sintomi associati alla malattia primaria.

cannabis e alzheimer

Cannabis e Cannabinoidi nella Sindrome di Alzheimer

L’Alzheimer colpisce più di 20 milioni di persone nel mondo ed è forse una delle malattie più subdole in quanto cancella, lentamente ma inesorabilmente, i ricordi di una vita.

È necessario trovare una terapia appropriata per la malattia di Alzheimer e la terapia a base di cannabinoidi potrebbero rappresentare un approccio innovativo e di successo.

Cannabis CBD e ipertensione - Sito - Cannabiscienza

Cannabis e ipertensione in pazienti anziani: uno studio clinico

L’utilizzo della Cannabis Terapeutica in pazienti con ipertensione è stato sempre oggetto di controversie, soprattutto per quanto riguarda persone in età avanzata.

Uno gruppo di ricercatori israeliani ha cercato di risolvere la questione, monitorando per 24 ore i parametri cardiovascolari di pazienti anziani affetti da ipertensione a cui era stata prescritta Cannabis Terapeutica. 

Cannabis contro i tumori ginecologici

La cannabis in ginecologia

La Cannabis Sativa L è stata utilizzata da tempi immemori per il trattamento di varie condizioni patologiche, tra cui problematiche ginecologiche. Attualmente, la ricerca scientifica sta rivalutando l’utilizzo di cannabis e cannabinoidi per questo tipo di disturbi. Vediamo a che punto sono giunti gli studi più recenti.

Cannabis e depressione

Cannabis e depressione: un’associazione complessa

Negli ultimi anni, il dibattito sull’uso della cannabis nella depressione, sia come causa che come possibile cura, ha suscitato grande interesse. La depressione è un disturbo dell’umore complesso che colpisce milioni di persone in tutto il mondo, con gravi conseguenze per la salute mentale e fisica. Vari studi hanno evidenziato una correlazione tra l’uso di cannabis e la depressione, specialmente tra gli adolescenti. Tuttavia, altri fattori come l’età di inizio dell’uso, variabili socioeconomiche e fattori genetici possono influenzare questa associazione. Inoltre, alcuni studi preclinici suggeriscono che i cannabinoidi presenti nella cannabis potrebbero avere effetti antidepressivi attraverso la modulazione dei recettori cerebrali. A che punto è la ricerca scientifica sulla correlazione tra l’uso di cannabis e depressione?

Luso-della-Cannabis-Medica-per-il-trattamento-della-sindrome-fibromialgica-Facebook-Cannabiscienza-min

L’uso della Cannabis Medica per il trattamento della sindrome fibromialgica

Il termine fibromialgia è composto dalla parola latina fibro (tessuto connettivo) e da quelle greche myo (muscoli) e algos (dolore) e significa “dolore ai muscoli e alle strutture connettive fibrose”. Chiamata in passato fibrosite o anche panalgesia, la fibromialgia è una condizione dolorosa cronica le cui cause non sono ancora del tutto chiarite.

L’utilizzo di Cannabis Medica in pazienti fibromialgici sembra dare dei risultati molto promettenti.

Ce ne parla Valeria Giorgi, medica e ricercatrice presso l’IRCCS, Istituto Galeazzi-Sant’Ambrogio, di Milano, agopuntrice e kinesiologa, che da sempre si occupa di dolore cronico; collabora strettamente con AISF-ODV (Associazione Italiana Sindrome Fibromialgica – Organizzazione di Volontariato), la maggiore associazione di malati fibromialgici in Italia ed è co-autrice di varie pubblicazioni scientifiche sul tema della fibromialgia.

caricare di più...